Senza dubbio hai familiarità con l'immagine della Fenice e il suo significato, l'uccello leggendario che sorge dalle ceneri come simbolo di costante rinascita. Nessuna città al mondo incarna questo destino e questo simbolismo meglio di Matera, l'affascinante città situata nella regione meridionale italiana della Basilicata, al confine con la Puglia.

Ora una città vibrante grazie al turismo e dichiarata Capitale Europea della Cultura per il 2019, Matera era una volta conosciuta come "la vergogna dell'Italia". Fino agli anni '50 era un luogo di grande povertà, dove malattie come la malaria rimanevano una minaccia. Un posto del genere era una vera vergogna per la seconda guerra mondiale in Italia e quindi il governo italiano prese la decisione di rimuovere tutti i cittadini di Matera dalle loro case tradizionali e trasferirli in una nuova area della città appena fuori dal centro. Quelle vergognose grotte in cui la gente viveva da migliaia di anni improvvisamente si svuotarono.

Rimasero abbandonati per decenni, ma poi alcuni cittadini decisero di tornare indietro e restaurare Sassi (letteralmente "pietre"). È stata una buona idea? Decisamente! Nel 1993 Matera è diventata Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO ed è stata descritta come "l'esempio più eccezionale e intatto di un insediamento di trogloditi nella regione del Mediterraneo, perfettamente adattato al suo terreno e al suo ecosistema." Da allora, dozzine di hotel, ristoranti e B&B sono stati apertura nella ex vergognosa parte antica della città. Allo stesso tempo, molti cittadini di Matera hanno deciso di ripopolare il Sassi. Il fascino della città e i suoi panorami unici continuano ad attirare visitatori ogni anno, nuove attività commerciali e culturali stanno crescendo e la Commissione europea ha scelto Matera come città del 2019 che simboleggia la diversità culturale dell'Europa. Quale esempio migliore di una "rinascita dalle ceneri"?

Una visita a Matera lascerà sicuramente il segno su di te e la sua "bellezza dolorosa" - come lo ha descritto lo scrittore Carlo Levi - sarà impossibile da dimenticare. Ecco alcuni suggerimenti per ottenere il massimo dalla tua visita, supponendo che tu abbia solo un giorno da trascorrere in città. (Consigliamo un soggiorno di due notti per avere una visione reale dell'affascinante storia di questa città, ma un giorno sarebbe sufficiente per scoprire il meglio che la città ha da offrire!)

Mattina

Un tour attraverso Matera deve iniziare dalla sua attrazione principale, il Sassi. Questo complesso labirinto di abitazioni rupestri è uno dei più antichi esempi sopravvissuti di un insediamento primitivo ed è diviso in tre aree principali. Sasso Caveoso, nella parte meridionale, è uno degli insediamenti più antichi e il punto di partenza perfetto per il tuo tour: qui puoi ammirare le grotte originali in cui vivevano i pastori e ottenere una visione reale di come era la vita in quel momento. Casa Grotta di Vico Solitario è un perfetto esempio di una tradizionale abitazione rupestre in cui tutta la famiglia visse fino al 1956: ai visitatori viene presentata una foto di come era la vita a Matera negli anni '50 tramite un breve video prima di entrare nella vera casa, dove una ricostruzione perfetta del vecchio arredamento domestico e alcune foto degli ultimi proprietari ti riporteranno sicuramente indietro nel tempo. Merita una visita anche l'adiacente chiesa rupestre di San Pietro in Monterrone, completamente scolpita nella roccia. Le chiese rupestri sono infatti una delle principali attrazioni di Matera, perfettamente adattate a questo terreno accidentato e una vera sorpresa per i visitatori con la loro struttura complessa e la "bellezza dolorosa". Da vedere durante il tour Sasso Caveoso sono San Pietro Caveoso e la chiesetta Santa Maria de Idris, dove si possono ammirare affreschi del 14esimo e 15esimo secolo e l'affascinante cripta di San Giovanni in Monterrone oltre a godere di una vista mozzafiato sulla Murgia, l'altopiano che circonda Matera.

Da qui, dirigiti verso Civita, la seconda zona collinare di Sassi, da dove domina la Cattedrale Maria Santissima della Bruna e dove si possono ammirare le case e le stradine che fungevano da location per la famosa "Passione di Cristo" di Mel Gibson. Perdersi in questo complesso labirinto di strade acciottolate è il modo migliore per vivere la vera Matera e puoi provare a raggiungere la cima della collina attraverso la lunga scalinata in Via Muro, dove è stata girata la famosa scena di Via Crucis.

Una volta in Piazza Duomo, la piazza fuori dalla Cattedrale da cui i visitatori possono godere di una vista mozzafiato sul centro storico di Matera, puoi scendere dall'altra parte della collina in Sasso Barisano, la terza e ultima area della città antica: qui i visitatori troveranno una Matera leggermente diversa, più simile a un borgo medievale, ma le facciate apparentemente normali delle case nascondono altre abitazioni di grotte, la maggior parte delle quali oggi ospita hotel, B&B e piccoli tradizionali ristoranti.

Pomeriggio

Se sei abbastanza avventuroso e non ti preoccupi del trekking, il modo migliore per concludere la giornata a Matera è raggiungere Murgia Timone, la pianura dall'altra parte del burrone di fronte al Sassi. Qui i visitatori troveranno le più antiche abitazioni rupestri della zona, risalenti al Neolitico, così come la Cappella di Sant'Agnese e una vista impareggiabile sul Sassi e l'intera città di Matera dal luogo in cui ebbe inizio l'insediamento dell'area.Puoi raggiungere Murgia Timone in auto, ma un numero crescente di turisti opta per un percorso più avventuroso attraverso il nuovo Ponte Tibetano, un ponte sospeso che consente alle persone di attraversare il vapore di Gravina e raggiungere l'altro lato del canyon. La passeggiata inizia da Porta Pistola e ci vuole un'ora per raggiungere la tua destinazione finale, ma la vista dell'antica città al tramonto ti ricompenserà per tutti i tuoi sforzi!

Tuttavia, se volessi trascorrere le tue ultime ore a Matera in un modo più rilassante ma senza perdere l'occasione di vedere qualcosa di mozzafiato, da Sasso Barisano dovresti dirigerti verso la piazza principale di Matera, Piazza Vittorio Veneto e la parte moderna della città. Con i suoi palazzi barocchi come Palazzo del Sedile e i suoi numerosi negozi, caffetterie e ristoranti, questa vibrante zona della città ti sorprenderà e ti darà la possibilità di rilassarti. Perché non fare una passeggiata lungo la vivace Via del Corso e Via Duomo e fare shopping? Ma poco prima di fermarti in Piazza Vittorio Veneto, non perdere l'occasione di scoprire ciò che è nascosto sotto i tuoi piedi! Sotto la piazza troverai la seconda cisterna più grande del mondo, la Palombaro Lungo. La cisterna risale al 18esimo secolo ed è stato utilizzato per raccogliere l'acqua piovana per i cittadini che vivono in questa parte della città. A lungo dimenticato, è stato scoperto dagli esploratori nel 1991. Completamente scolpito a mano, fa parte di un complesso sistema di raccolta dell'acqua che si trova sotto l'intera antica città. Scendete le scale in questa straordinaria cisterna, camminate lungo il sentiero sotto la linea in cui il livello dell'acqua saliva e scoprite un mondo sotterraneo inaspettato!

Sera

Alla fine di questa incredibile giornata, dopo aver camminato su e giù per il centro di Matera, ti consigliamo di trascorrere le ultime ore in questa città godendoti i piatti tradizionali! Avrai sicuramente accumulato appetito dopo tutto quel camminare! La parte moderna di Matera è probabilmente quella in cui è possibile trovare la maggior parte dei ristoranti, in particolare Via del Corso e Via Duomo. In Piazza Vittorio Veneto, vicino al Palombaro Lungo, il ristorante Kappador è la scelta perfetta per una cena "spettacolare": come il nome "La finestra sul Sassi’ suggerisce, gli ospiti possono ammirare una delle migliori viste su Matera dalla terrazza del ristorante mentre gustano una pizza o uno dei piatti tradizionali di questa regione. Preparati ad aspettare un po 'però! La terrazza ha solo un numero limitato di posti, quindi ti consigliamo di prenotare il tuo posto in anticipo se non vuoi arrivare troppo presto. Più ti avvicini Sassi quindi, più troverai anche ristoranti raffinati. Tra questi possiamo consigliare "Il Mare nei Sassi", che serve cucina regionale contemporanea a base di pesce e "Soul Kitchen", uno dei ristoranti più apprezzati in città per la sua interpretazione moderna delle ricette della tradizione.

E così la tua giornata a Matera volge al termine. Il nostro ultimo consiglio è quello di guardare indietro a ciò che hai appena visto e vissuto, questo antico e complesso labirinto di grotte che hai appena visitato e la sua incredibile storia di dolore e rinascita. La scrittrice Licia Troisi ha affermato che Matera "sfugge a qualsiasi definizione" che la gente cerca di dargli, a causa della sua unicità e delle forti e diverse emozioni che i visitatori possono provare mentre camminano per le sue strade. Pertanto, pensaci e prova a dare la tua definizione di Matera. In quel momento ti renderai conto di quanto Matera ti ha dato!


Matera Capitale della cultura 2019: Senise Capitale per un giorno - Giugno 2022