Immersa in leggende e miti, che vanta spettacolari catene montuose, miglia e miglia di spiagge mediterranee e una pletora di siti antichi, non sorprende che i visitatori si riversino a Creta.

Può diventare un po 'una faccenda calda e affollata quando i numeri dei visitatori si gonfiano durante i mesi estivi, ma se scegli di andare al di fuori dell'altezza della stagione estiva avrai un'esperienza completamente diversa sull'isola. A maggio e all'inizio di giugno, il clima si sta riscaldando piacevolmente e le spiagge e le altre attrazioni sono meno affollate; condizioni perfette per esplorare Creta in tutta comodità.

Ecco alcune idee su cosa divertirti.

Il palazzo minoico di Cnosso

Dicono che nessuna visita a Creta è completa senza un viaggio al Palazzo di Cnosso. Il vasto palazzo minoico ha entusiasmato i visitatori da quando è stato scoperto nei primi anni del 1900 dall'archeologo britannico Sir Arthur Evans. Credeva che fosse la dimora del re Minosse e del leggendario Minotauro del Labirinto.

Palazzo Minoico

Le rovine rinvenute dell'età del bronzo sono state parzialmente ricostruite per dare ai visitatori un senso letterale di come doveva essere vivere, lavorare e adorare all'interno del Palazzo nei tempi antichi. Quando si cammina sulle orme di questa antica civiltà è difficile non rimanere colpiti. Gli affreschi minoici restaurati e la bella architettura mostrano un apprezzamento per l'estetica, mentre le tecniche di costruzione utilizzate per ventilare e igienizzare gli edifici mostrano l'importanza che hanno posto sulla salute e sul benessere di tutti i cittadini.

La fortezza veneziana di Spinalonga

Rovine più recenti si trovano sulla piccola isola di Spinalonga, che è facilmente raggiungibile con un breve giro in barca (15 minuti) da Elounda. Dopo una storia di dominazione araba, ottomana, veneziana e infine cretese, gli ultimi abitanti della fortezza veneziana dell'isola furono una colonia di lebbrosi che visse lì dal 1903 al 1957.

Spinalonga

Una visita a questa isola ormai disabitata è un'esperienza suggestiva e alquanto inquietante mentre segui le orme dei suoi ultimi occupanti. Non perderti il ​​tunnel utilizzato dai lebbrosi per entrare nell'isola che chiamavano Porta di Dante. Così chiamati perché non sapevano quale fato li attendesse quando arrivarono. L'opzione migliore è prendere uno dei tour organizzati dell'isola per conoscere meglio la sua affascinante storia e com'era la vita nella colonia di lebbrosi.

L'altopiano di Lasithi

Le montagne di Creta dominano l'isola e vale la pena sfidare le chiavette serrate su strade tortuose di montagna per raggiungere viste spettacolari, grotte piene di miti e lussureggianti altipiani verdi. Un'area particolare che merita una visita è il fertile Altopiano Lasithi nella catena montuosa Dikti.

Lasithi

Quassù, lontano dai normali ritrovi turistici, troverai una deliziosa e autentica cucina cretese creata da prodotti coltivati ​​dagli agricoltori sull'altopiano. Sedendosi al tuo pasto puoi assaggiare i piatti locali preferiti e ammirare ampie vedute sull'altopiano che è costellato di mulini a vento che attingono acqua fresca di montagna per irrigare le colture.

La città natale di Zeus

Dopo pranzo, resta sull'altopiano di Lassithi e dirigiti verso la grotta Dikteon. Questa grotta è forse la più famosa di tutte le 3000 grotte di Creta. Si ritiene che sia la leggendaria città natale di Zeus, padre degli dei e sovrano del Monte Olimpo.

Luogo di nascita di Zeus

La grotta mostra segni di abitazione umana risalenti a oltre 6000 anni fa. I risultati suggeriscono che i primi abitanti sembrano averlo usato sia come casa che come luogo di sepoltura. Mentre in seguito divenne un luogo di culto da Minoan fino ai tempi dei romani e oltre, con offerte e iscrizioni rupestri che furono trovate in una piccola pietra nella caverna.

Al giorno d'oggi piccioni selvatici e pipistrelli dalle orecchie lunghe posano tra le stalattiti e le stalagmiti delle cinque camere della caverna. Esplorare queste camere attraverso un percorso chiaramente segnato ti porterà alla parte più profonda e mitica della grotta. All'estremità più lontana e più buia del sistema ti trovi improvvisamente sul bordo di un lago sotterraneo circondato da meravigliose formazioni rocciose. Guarda attraverso le acque calme e scure e vedrai una piccola camera che si dice sia il punto in cui si dice che sia il luogo di nascita di Zeus.

Vai Beach

Creta ha una ricchezza di splendide spiagge sabbiose tra cui scegliere, ma nessuna è così insolita come la spiaggia di Vai. Situata all'estremità più orientale di Creta, Vai è una bellissima piccola baia sabbiosa curva sostenuta dal più grande palmeto naturale d'Europa. Circa 5000 palme crescono qui in un'oasi alimentata da un ruscello da oltre 2000 anni. Il modo in cui sono arrivati ​​qui si aggiunge alle molte leggende dell'isola. Si dice che siano cresciute da pietre preziose scartate dai pirati saraceni e portate a riva dal Mar Mediterraneo.

Vai spiaggia

Victoria Brenner è Director presso The Couture Travel Company.


50 INCREDIBILI IDEE DECORATIVI - Aprile 2021