Barcellona è una delle metropoli più animate e urbane; il giovane e il vecchio, il passato e il presente, e il locale e l'estero si incontrano in perfetta armonia (anche se a volte un po 'frenetica). Soggiornare in una città così vivace come Barcellona con una popolazione di oltre 1,5 milioni, è naturale che i visitatori possano sentirsi un po 'sopraffatti durante il loro soggiorno qui.

Sebbene Barcellona sia principalmente una città, esiste una serie di punti verdi nascosti, o giardini segreti, all'interno della struttura urbana della città. Luoghi in cui puoi lasciarti andare per un paio d'ore, senza lasciare la città.

Parc del Laberint d'Horta

Uno dei giardini più antichi e controversi di Barcellona - molti discutono se il giardino è di stile romantico o neoclassico - Parc del Laberint d'Horta è stato aperto come parco pubblico nel 1971. È spesso accolto come un giardino museale a causa del suo labirinto meticolosamente intricato che forma il percorso di un visitatore attraverso lo spazio verde. C'è un bellissimo giardino paesaggistico, sculture mitologiche, una cascata a caduta libera, un giardino selvaggio e persino un padiglione dedicato alle muse. Questo spazio squisito è perfetto per fare un picnic e godersi un tranquillo pomeriggio soleggiato.

Parc del Laberint d'Horta

I giardini Mossèn Costa I Llobera

Il Giardini Mossèn Costa I Llobera sono uno dei più grandi giardini d'Europa e sono il risultato di una collaborazione tra architetti Joaquim Maria Casamoe insegnante di scuola di giardinaggio Joan Pañella. Sono stati aperti per la prima volta nel 1970 e includono una varietà di cactus e piante che si adattano per vivere in climi caldi e secchi. Oltre ai sorprendenti 3,16 ettari di vegetazione esotica proveniente da una varietà di regioni, i giardini sono stati anche votati come uno dei 10 migliori giardini del mondo.

I giardini Mossèn Costa I Llobera

Jardins del Palau Robert

Facente parte dell'edificio Palau Robert (ex residenza di politico, uomo d'affari e aristocratico, Roberto Robert y Surís) questi giardini comprendono un'impressionante varietà di piante in tre grandi parterre. Come città, Barcellona ha subito una significativa espansione alla fine del 19 ° secolo e questi giardini offrono ai visitatori uno sguardo ineguagliabile nella vita della capitale Borghesia. Assicurati di cercare La Lluna, una luna in acciaio inossidabile e ferro creata da Kiku Mistu nel 2001, e dipinto da studenti del Joan Amades School for the Blind.

Jardins del Palau Robert

palo Alto

Un tempo ex fabbrica di pelletteria, palo Alto da allora è stato trasformato in uno studio artistico e un hub creativo. Ora è anche uno dei giardini più fantasiosi e più verdi di Barcellona. Lo spazio è stato scoperto più di venticinque anni fa dall'artista e dall'animatore Javier Marsical, che è diventato così innamorato delle rovine abbandonate che ha deciso di spostare lì il suo studio sul posto! Insieme con l'aiuto di suo fratello Santi Mariscal e designer del giardino José Farriol, palo Alto è ora sede di una collezione di studi d'arte ed è anche utilizzato come ufficio per i creativi di Barcellona. I visitatori sono i benvenuti durante l'orario di ufficio quando Palo Alto cancello di metallo aperto.

palo Alto

El Bosc de les Fades

Sebbene non sia un giardino verde in quanto tale, El Bosc de les Fades porta il magico bosco nella zona urbana della città. Questo caffè e ristorante è stato ispirato dalle fiabe e ti farà ingannare pensando di essere davvero seduto in una foresta incantata. Questo spazio non è solo esclusivamente unico, ma offre ai visitatori qualcosa di veramente memorabile da riprendere dal loro soggiorno a Barcellona.

El Bosc de les Fades


SIAMO DENTRO UN IGLOO DI GHIACCIO AL MARE!! - Novembre 2020