Provenza! Il semplice nome evoca immagini di campi pieni di lavanda e girasoli, vivaci mercati riforniti di prelibatezze prodotte localmente e tanto sole. Non è sempre la prima regione che viene in mente quando si parla di vino francese. Trascurato potrebbe essere stato, ma questo sta cambiando rapidamente e i vini provenzali stanno aumentando in popolarità. E quindi dovrebbero ... il vino è stato prodotto in Provenza per oltre 2.600 anni, quindi i produttori di vino della regione hanno sicuramente avuto il tempo di perfezionare il loro mestiere!

Mentre qui vengono prodotti vini rossi e bianchi, la Provenza sta diventando famosa per il suo Rosé con circa l'88% della produzione regionale ad esso dedicata. Esiste persino un istituto di ricerca dedicato allo stile che mostra quanto Rosé sia ​​preso sul serio in Provenza!

Un po 'di Rosé

Le persone spesso si chiedono come Rosé ottenga il suo bellissimo colore rosa. L'ipotesi è spesso che un rosato inizi la sua vita come un vino prodotto da uve bianche e acquisisca il suo colore durante il processo di produzione. Mentre questo è vero per un piccolo numero di rosati, la maggior parte (compresi quelli prodotti in Provenza) sono prodotti utilizzando il succo di uva rossa in quello che è noto come il metodo di macerazione.

Quando l'uva da vino rosso viene pigiata, il succo prodotto è in realtà bianco, non rosso come ci si potrebbe aspettare! I vini rossi acquisiscono il loro colore dalle bucce pigiate che vengono lasciate fermentare nel succo per un lungo periodo. Per Rosé, l'enologo lascia le bucce pigiate a contatto con il succo per un periodo molto più breve. Come puoi immaginare, per un colore rosato più chiaro le pelli vengono rimosse più rapidamente e per un rosato più scuro vengono lasciate più a lungo. Tuttavia, stai parlando ore anziché giorni o settimane rispetto a un vino rosso. È necessaria la concentrazione da parte dell'enologo in quanto una distrazione in questa fase potrebbe comportare una partita di vino rosso non rosato!

2

Ottimo da servire freddo, il Rosé è un aperitivo perfetto ma è fantastico anche se abbinato al cibo e viene gustato dall'ora di pranzo in poi! In un clima caldo è davvero incredibilmente rinfrescante che lo rende perfetto per la Provenza.

La Regione

Allora perché la Provenza produce vini così fantastici? Un fattore significativo è il clima. Le viti hanno bisogno di circa 1.400 ore di sole per produrre frutta matura. La Provenza ha in media 3000 ore di sole all'anno - le mie scuse se questo ti rende un po 'invidioso se sei attualmente in climi più freddi! Queste lunghe giornate di sole assicurano che le uve abbiano ampie possibilità di raggiungere il perfetto livello di maturità prima di essere raccolte.

La Provenza ha una reputazione per il sole, ma potresti anche aver sentito parlare dei venti di Maestrale provenzale, famosi per aver portato a volte un freddo pungente nelle profondità invernali. Rabbrividiamo in loro per un paio di settimane all'anno, ma in estate, con il freddo passato, aiutano effettivamente a mantenere le viti libere da parassiti e piacevoli e asciutte garantendo che le uve non abbiano l'opportunità di marcire sulle viti.

Oltre al clima perfetto, anche il paesaggio provenzale svolge un ruolo significativo. Abbiamo un paesaggio diversificato qui con numerose catene montuose che aiutano a rompere il terreno in dolci pendii e valli riparate. Le viti adorano un pendio e prosperano nei terreni calcarei presenti in gran parte della regione.

6

In comune con la maggior parte delle zone viticole della Francia, la Provenza è suddivisa in 9 principali regioni viticole o AOC (Appellation de'Origin Contrôlée). I coltivatori sono limitati su quali tipi di uva possono coltivare e quanti possono essere raccolti ogni anno. Le regole dettano le percentuali di miscelazione delle diverse varietà, il contenuto di alcol e zucchero. Ciò significa che dovresti sapere esattamente cosa stai acquistando e che il vino sarà (si spera) di alto livello!

Potabile!

Quindi, abbastanza su come sono fatte le cose - che ne dici di berlo! Bene, senza dubbio il posto migliore per godersi il vino provenzale è proprio qui, in Provenza! Tutto si adatta perfettamente ... il sole, i profumi della lavanda, la vista dei campi di girasoli vanno tutti a completare il bicchiere di rosato freddo che tieni in mano.

È una bevanda incredibilmente rinfrescante in una calda giornata estiva e funziona bene con quasi tutti i cibi. La scelta ideale per un pranzo al sacco provenzale a base di pane, formaggi, alcuni incredibili pomodori e un'insalata verde fresca. O se ti siedi per un pasto serale più sostanzioso, non dimentichiamoci degli incredibili vini bianchi e rossi prodotti in questa regione! Suggerirei un bianco fresco ottenuto da uve Clairette coltivate nella regione di Cassis - questi bianchi hanno una meravigliosa eleganza e intensi aromi di agrumi e miele.

4

Per i bevitori rossi tra di voi, provate un vino rosso della regione Bandol e prodotto con uve Mourvèdre fino al 95% per un'esperienza ricca e intensa.

vigneti

Se tutto questo parlare di vino provenzale ti ha fatto venire voglia di buttare dei vestiti in una borsa e salire sull'aereo successivo quaggiù (vale la pena il viaggio che prometto!) Allora ti consigliamo di prendere il tempo di visitare un vigneto o due per l'esperienza completa del "vino provenzale"!

Ci sono centinaia di vigneti che producono ogni sorta di vini spettacolari sparsi in tutta la Provenza. Dai grandi castelli ai piccoli produttori locali hai l'imbarazzo della scelta.Molti vigneti vi daranno il benvenuto, vi mostreranno in giro e vi offriranno una sessione di degustazione, spesso gratuitamente, sperando che vi piacerà quello che provate e andate via con qualche bottiglia! È un ottimo modo per esplorare nuove aree e potresti scoprire una gemma nascosta di un vino!

I due vigneti che conosco meglio e che consiglierei di visitare sono Moulin de la Roque e Domaine des Salettes. Entrambi si trovano a 20 minuti da Bandol, sulla costa sud-occidentale della Provenza. L'aria di mare può semplicemente andare a rendere conto del vino particolarmente spettacolare che producono!

1

Il Moulin de la Roque è stato fondato nel 1950 e da allora produce vini. Con un'estensione di oltre 305 ettari, la vigna beneficia di un microclima favorevole alla produzione della maturità ottimale delle uve Mourvèdre (menzionate in precedenza). Il vigneto sfrutta al meglio le moderne tecniche di vinificazione utilizzando attrezzature all'avanguardia mentre applica metodi ancestrali alla produzione vinicola che sono stati tramandati da generazioni.

La raccolta delle uve viene effettuata esclusivamente a mano e ogni lotto di uva viene meticolosamente controllato per maturità e solidità. Tale attenzione ai dettagli garantisce la produzione di alcune annate spettacolari. Sarai più che benvenuto a visitare Vineyard - cogli l'occasione per goderti una sessione di degustazione di mezza o intera giornata ospitata da Jean-Luc Poinsot, un enologo stimato con 10 anni di esperienza. Jean-Luc ti guiderà attraverso il terroir di Bandol, la storia di Mouline de La Roque e ti spiegherà le diverse fasi della vinificazione prima di essere invitato a degustare tra 6 e 8 vini (sicuramente un momento clou dell'esperienza!). Se opti per una degustazione di vini di un'intera giornata, ti verrà anche fornito un pranzo sontuoso e accompagnato in un tour della Vigna e della cantina storica.

5

Il Domaine des Salettes è un altro splendido vigneto, situato nel cuore della denominazione Bandol. Producono 10 vini unici tra cui la gamma piuttosto favolosa "Ooh Sallettes!". Il Domaine des Salettes appartiene alla stessa famiglia dal 1604. Il vigneto si concentra fortemente sulla produzione sostenibile e si sta attualmente convertendo allo stato completamente biologico. Riceverai un caloroso benvenuto dal Vineyard che è aperto al pubblico da maggio fino alla fine di settembre di ogni anno. Non è necessario alcun appuntamento e, se lo desideri, potrai goderti una sessione di degustazione! Assicurati solo di lasciare abbastanza spazio in macchina per portare con te qualche bottiglia (o forse una valigetta o due)!

Rosso, bianco o rosato ... qualunque cosa tu scelga, c'è una vitalità e una freschezza nei vini provenzali che non trovi da nessun'altra parte. Se sei in grado di venire a sperimentarli da solo qui in Provenza, tanto meglio. Ma se non puoi ancora fare il viaggio, non disperare! Molti vigneti e commercianti di vino saranno in grado di spedire bottiglie direttamente a casa tua, quasi ovunque tu sia nel mondo. Ricorda solo di bere il freddo rosato e preferibilmente al sole!

Santé!


Instant Francese - Pronuncia - Agosto 2022